Come giocare al lotto online?

Guida su come vincere e i bonus più ricchi

Il lotto è certamente uno dei giochi d’azzardo più popolari e famosi d’Italia. Una febbre del gioco che ha contagiato la nostra società senza distinzioni di età.

I giovani amano il formato del lotto online, mentre chi ha qualche anno in più gli preferisce la tradizionale schedina in ricevitoria. La storia di questa lotteria è antica di secoli, il suo fascino è da ricondurre da una parte ai premi in palio, dall’altra all’attrattiva suscitata dall’estrazione casuale dei numeri (5 nel caso del lotto). Ti viene fornito un premio a condizione che tu ne indovini almeno uno. Il lotto viene gestito dall’Ispettorato Generale per il Lotto e le Lotterie che fa riferimento al Ministero delle Finanze. Lottomatica è invece il punto di riferimento per la gestione effettiva del gioco. Un altro aspetto che ha donato notorietà al lotto sono le puntate minime. Per iniziare a giocare puoi spendere appena un euro. La vincita più elevata che puoi ottenere è di 6 milioni di euro. Numeri che spiegano il successo di una formula di gioco considerata, in Italia, intramontabile.

Leggi di più

Migliori siti del lotto

Qual è la storia del lotto? Secoli di gioco nel nostro Paese

Prima della diffusione del lotto online e del lotto istantaneo, fenomeni recenti nella storia di questo gioco, per secoli l’Italia ha scommesso a quello che oggi conosciamo come lotto. La sua origine risale infatti alla Genova del XVI secolo, all’epoca la scommessa riguardava i cinque membri dei Serenissimi Collegi che venivano sorteggiati tra 120 rappresentanti dell’aristocrazia locale. Attorno al sorteggio era nato un vero e proprio mercato di scommesse. Ma come funzionava? Metà dei ricavi erano distribuiti tra i giocatori, l’altra metà andava invece a chi si occupava dell’organizzazione. In un processo di progressivo affinamento delle dinamiche di gioco, il numero dei candidati fu ridotto a 90 e si è poi determinata la sostituzione dei nomi con i numeri: passaggio chiave che ha reso il gioco molto simile a quello che viene praticato oggi.

Sul finire del 500’ nella città ligure furono vietate le scommesse riconducibili a questa prima versione del gioco del lotto. Nel 1620, invece, viene regolamentato, ma dobbiamo attendere il 700’ perché il lotto arrivi a Venezia. Nei decenni seguenti il gioco inizia a diffondersi in tutta Italia, gestito sotto monopolio dalle autorità locali che si garantivano così un importante apporto alle casse pubbliche. Contribuiscono all’espansione del gioco gli almanacchi nei quali erano indicati i numeri usciti e quelli da giocare. Verso la metà dell’Ottocento il lotto era presente in tutta la Penisola e veniva disputato su 6 ruote: quelle di Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino e Venezia. Andranno poi ad aggiungersi Roma, Bari, Cagliari e Genova. In totale vi sono quindi 10 ruote. Nel 1994 è stata conferita, da parte dei Monopoli di Stato, la concessione all’operatore Lottomatica, e nel 2005 è stata inserita anche un’11esima ruota, quella Nazionale. Le estrazioni, nel corso degli anni diventano più frequenti, fino all’attuale cadenza trisettimanale, in vigore dal 2005.

Non c’è un esatto analogo del lotto negli altri Paesi, anche se ci sono ricche lotterie nazionali. La più importante lotteria statunitense è “Mega Millions” e offre un montepremi di oltre 15 milioni di dollari. Per le sue caratteristiche è assimilabile all’italiano Superenalotto (cui oggi si aggiunge il superenalotto online). In Gran Bretagna è invece popolare la “The National Lottery”. Altri giochi che assomigliano al nostro lotto sono l’australiano “Oz Lotto” e la lotteria canadese “Lotto 6/49”.

Come si gioca al lotto e quali le strategie vincenti

Come vincere al lotto, quali sono le regole? Che si tratti di online lotto o del gioco in formato tradizionale poco cambia. Il lotto online come quello giocato in ricevitoria fanno riferimento alle medesime estrazioni, che vengono condotte martedì, giovedì, e sabato alle 20:00. Le meccaniche di gioco sono piuttosto semplici. Ci sono 11 ruote (Bari, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Nazionale) e in relazione a ogni ruota sono sorteggiati 5 numeri, inclusi tra 1 e 90. Il processo di estrazione dei numeri dall’urna è meccanico. La puntata minima è di 1 euro mentre la massima è di 200.

Devi compilare una schedina scegliendo da 1 a 10 numeri che vanno da 1 a 90, specificando le ruote (puoi puntare su tutte le ruote, eccetto la Nazionale). Il pronostico può riguardare:

  • estratto ed estratto determinato: un solo numero. Nell’estratto determinato dovrai indicare la successione ordinale (primo, secondo, terzo, quarto o quinto estratto).
  • ambo e ambetto: due numeri. Nell’ambetto selezionerai due numeri e dovrai indovinarne uno più il precedente o il successivo dell’altro.
  • terno: tre numeri.
  • quaterna: quattro numeri.
  • cinquina: cinque numeri.

A fronte di ogni sorte giocata, dovrai indicare un importo. La massima vincita, in rapporto alla singola schedina, è pari a 6 milioni di euro. In base alla combinazione che avrai individuato, la posta viene moltiplicata utilizzando differenti coefficienti (pertinenti una giocata su una singola ruota): 11,233 in caso di estratto, 55 per estratto determinato, 250 per ambo, 260 per ambetto, 4.500 per terno, 120.000 per la quaterna e 6.000.000 per cinquina. Tieni comunque presente che sulle vincite è disposta una ritenuta pari all’8%. Puoi giocare al lotto online lunedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 00:00 alle 23:59. Nei giorni di estrazione, il gioco finisce alle 19:30 e riprende alle 21:30.

Quali sono i metodi per vincere ovvero come scegliere i numeri? Nonostante sia molto coinvolgente, il lotto non è un gioco equo. Queste sono le possibilita vincita a seconda della modalità di gioco:

  • estratto: 1 su 18
  • estratto determinato: 1 su 90
  • ambetto: 1 su 100,32
  • ambo: 1 su 400,5
  • terno: 1 su 11.748
  • quaterna: 1 su 511.038
  • cinquina: 1 su 43.949.268

Non esistono metodi che ti permettano di vincere a colpo sicuro. Una teoria molto in voga è quella dei numeri ritardatari. Prima di descriverne le caratteristiche dobbiamo fare una breve premessa: dal punto di vista probabilistico scommettere sui numeri ritardatari non ha significato. Chi si affida alla teoria dei numeri ritardatari fa però riferimento ai precedenti che compongono la storia del gioco. In questa prospettiva vengono quindi fatte alcune valutazioni: ad esempio, il ritardo medio-massimo in relazione a un estratto è pari a 90 sorteggi. In poche occasioni vengono superati i 140 sorteggi, ancora più improbabile il superamento di quota 190.

Blaaaah
Blah
Blurb
Blahblah

Dove giocare online e perché

Prima della diffusione del lotto online e del lotto istantaneo, fenomeni recenti nella storia di questo gioco, per secoli l’Italia ha scommesso a quello che oggi conosciamo come lotto. La sua origine risale infatti alla Genova del XVI secolo, all’epoca la scommessa riguardava i cinque membri dei Serenissimi Collegi che venivano sorteggiati tra 120 rappresentanti dell’aristocrazia locale. Attorno al sorteggio era nato un vero e proprio mercato di scommesse. Ma come funzionava? Metà dei ricavi erano distribuiti tra i giocatori, l’altra metà andava invece a chi si occupava dell’organizzazione. In un processo di progressivo affinamento delle dinamiche di gioco, il numero dei candidati fu ridotto a 90 e si è poi determinata la sostituzione dei nomi con i numeri: passaggio chiave che ha reso il gioco molto simile a quello che viene praticato oggi.

Sul finire del 500’ nella città ligure furono vietate le scommesse riconducibili a questa prima versione del gioco del lotto. Nel 1620, invece, viene regolamentato, ma dobbiamo attendere il 700’ perché il lotto arrivi a Venezia. Nei decenni seguenti il gioco inizia a diffondersi in tutta Italia, gestito sotto monopolio dalle autorità locali che si garantivano così un importante apporto alle casse pubbliche. Contribuiscono all’espansione del gioco gli almanacchi nei quali erano indicati i numeri usciti e quelli da giocare. Verso la metà dell’Ottocento il lotto era presente in tutta la Penisola e veniva disputato su 6 ruote: quelle di Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino e Venezia. Andranno poi ad aggiungersi Roma, Bari, Cagliari e Genova. In totale vi sono quindi 10 ruote. Nel 1994 è stata conferita, da parte dei Monopoli di Stato, la concessione all’operatore Lottomatica, e nel 2005 è stata inserita anche un’11esima ruota, quella Nazionale. Le estrazioni, nel corso degli anni diventano più frequenti, fino all’attuale cadenza trisettimanale, in vigore dal 2005.

Non c’è un esatto analogo del lotto negli altri Paesi, anche se ci sono ricche lotterie nazionali. La più importante lotteria statunitense è “Mega Millions” e offre un montepremi di oltre 15 milioni di dollari. Per le sue caratteristiche è assimilabile all’italiano Superenalotto (cui oggi si aggiunge il superenalotto online). In Gran Bretagna è invece popolare la “The National Lottery”. Altri giochi che assomigliano al nostro lotto sono l’australiano “Oz Lotto” e la lotteria canadese “Lotto 6/49”.

Sfrutta i bonus online

Di quali bonus puoi usufruire? Questi variano a seconda dell’operatore che avrai scelto per le tue giocate. Sisal, ad esempio, ti fornisce un bonus di benvenuto fino a 50 euro per giochi Lotterie e Bingo. Riceverai inoltre 2 euro da spendere per il superenalotto. Anche Lottomatica presenta dei bonus interessanti. Si tratta di un bonus di benvenuto che cambia in base al tipo di scommesse di tuo interesse. Il bonus benvenuto lotto e 10elotto (lotto istantaneo) corrisponde a 10 euro, con il bonus MillionDay invece ricevi 10 euro per tentare di vincere 1 milione. Sempre 10 euro ti sono forniti scegliendo il bonus gratta e vinci.

Ricorda che per scommettere sul lotto online devi essere maggiorenne. Durante la procedura di registrazione dovrai infatti fornire all’operatore un tuo documento di riconoscimento valido, che attesti quindi anche la tua età.

Did you know?

Lo sapevi che la vincita più alta mai registrata nel gioco del lotto è stata di 3.124.750 euro, ottenuta a Villa Agnedo (Trento) il 7 gennaio 2014?!

Domande frequenti

Ne sono previste tre a settimana: martedì, giovedì e sabato alle 20:00.

Sì, dall’ottobre del 2017 è previsto un prelievo fiscale pari all’8%.

Puoi richiedere il premio entro 60 giorni. Per somme fino a 10.500 euro il pagamento avverrà con accredito sul tuo conto gioco. Oltre questa somma dovrai presentarti di persona presso una qualunque filiale di Banca Intesa Sanpaolo o l’Ufficio Premi Lottomatica S.p.A. di Viale del Campo Boario 56/D, 00154 Roma.

È pari a 6 milioni euro.