Come si gioca a burraco?

Le regole, i punteggi e burraco online

Come giocare a burraco? Se vuoi capire a fondo come funziona questo celebre quanto affascinante gioco di carte, ti trovi nel posto giusto.

Ti spiegheremo le regole e le strategie che ti porteranno alla vittoria. Scoprirai la storia di un gioco che dal Sud America è riuscito a conquistare migliaia di appassionati nel nostro Paese.

Leggi di più

Come si gioca a burraco? Le regole

In linea generale a una partita di burraco possono prendere parte dai due ai quattro giocatori. Se vengono riviste le regole, i giocatori possono essere tre. Noi ci atterremo alla condizione standard, nella quale vengono utilizzati due mazzi di carte francesi (108 carte). La prima cosa da fare, come accade solitamente nei giochi di carte, è il taglio delle carte, di cui dovrà occuparsi il giocatore che si trova alla destra del mazziere. Quest’ultimo andrà quindi a disporre due pile ognuna delle quali composta da 11 carte. La pila è definita “pozzetto”. I pozzetti vanno posti uno sopra l’altro, incrociato al lato del tavolo.

Il mazziere provvederà poi alla distribuzione delle carte (11 per ogni giocatore) e le restanti saranno poste coperte al centro del tavolo da gioco componendo il mazzo da pesca. Da questo mazzo verrà presa una carta che costituirà il primo elemento del cosiddetto monte scarti, che dovrà essere collocato a fianco del mazzo da pesca. Il gioco avviene in senso orario ed è solitamente strutturato in coppie. L’attività del giocatore si articola in tre fasi, la prima è la pesca di una carta dal mazzo al centro o la presa di tutte le carte dal monte scarti. Segue l’apertura di nuovi giochi (calando combinazioni) o l’inserimento nei giochi attivi (collegandosi alle combinazioni già disponibili), mentre l’ultima fase corrisponde allo scarto di una carta. Con questa azione ha termine il proprio turno e tocca al player successivo.

Le combinazioni ammesse dal gioco sono:

  • tre o più carte del medesimo seme in sequenza così da comporre una scala
  • tre o più carte del medesimo valore (a prescindere dal seme)

Ogni combinazione, in qualunque posizione della scala, può essere legata a un jolly o una pinella. Per quanto riguarda ogni combinazione a terra di pinelle o jolly è applicato il limite di 1: non è consentito inserire nella medesima combinazione un jolly e una pinella. Tieni poi presente che:

  • Non è ammessa la creazione di combinazioni di pinelle o jolly;
  • una volta aggiunta una carta a una combinazione, puoi spostare una pinella o un jolly presente nella combinazione in un'altra posizione;
  • quando ti trovi a raccogliere una carta dal monte scarti, non puoi scartarla al termine della mano.

Parte essenziale per capire come giocare a burraco è comprendere lo scopo del gioco: Il giocatore deve raggiungere un punteggio stabilito, che conduce alla chiusura della partita, prima che lo facciano i suoi rivali. L’obiettivo può essere conseguito in due modi:

  • realizzando il maggior numero di combinazioni e di conseguenza centrando il maggior numero di punti;
  • chiudendo la mano prima dei rivali. Ciò significa conseguire il bonus di chiusura, portando i rivali a pagare per le carte in loro possesso.

L’approccio vincente tiene in considerazione entrambi gli obiettivi, a seconda delle circostanze di gioco e dell’esperienza maturata ai tavoli preferirai un risultato o l’altro. Tra le regole di gioco sono presenti altre norme che dovrai rispettare: per chiudere il gioco devi completare almeno un burraco, raccogliere uno dei pozzetti e una volta raccolto il pozzetto restare nuovamente senza carte, scartando un’ultima carta. La chiusura prevede di scartare una carta che non rappresenti né una pinella né un jolly.

Cos’è il burraco: burraco puro, semi-pulito e sporco

Ma cos’è esattamente il burraco? Si tratta di una combinazione composta da almeno 7 carte (intesa sia come scala che come carte del medesimo valore). Il giocatore può ricorrere a jolly e pinelle (i due di ogni seme). Ci sono tre tipologie di burraco:

  • burraco puro: non prevede l’uso di jolly o pinelle, se non nella loro naturale posizione;
  • burraco semi-pulito, del quale fanno parte 8 carte con il ricorso a una pinella o un jolly;
  • burraco sporco: prevede l’uso di una pinella o un jolly.

Il calcolo dei punti

Come giocare a burraco: il punteggio. Un ulteriore aspetto fondamentale nelle dinamiche di gioco è il punteggio: come viene calcolato? Una volta avvenuta la chiusura a opera di un giocatore o di un team, scatta la fase di conteggio dei punti. Grazie alla chiusura si riceve un incremento del punteggio di 100 punti, il burraco puro invece corrisponde a 200 punti, quello semi-puro 150 e il burraco sporco 100 punti. Devi poi valutare i jolly, ognuno dei quali comporta 30 punti, la pinella 20. L’asso vale 15 punti, cinque in più di figure, 10, 9 e 8 (valore 10 punti). Qualunque altra carta avrà valore pari a 5 punti. Qualora la squadra o il giocatore non siano andati a pozzetto perdono 100 punti.

Utilizzando il medesimo sistema di calcolo, in rapporto a ogni carta che resta in mano al giocatore quando si verifica la chiusura del rivale, sarà sottratto il punteggio corrispondente al valore della carta. Completata la chiusura, il gioco prosegue sino al conseguimento del punteggio stabilito per la partita: in certi casi viene impiegato come valore di riferimento 505, mentre in altre occasioni viene adottato 1005 e in altre ancora 2005. È fondamentale però che questo punteggio sia definito all’avvio del match.

Le strategie vincenti e i consigli sulle mosse giuste da compiere

Come ogni vero giocatore quando ti siedi al tavolo di gioco vuoi solo una cosa: vincere. E quindi ti starai domandando se ci sono dei trucchi per come giocare a burraco e vincere. Non possiamo parlare di veri e propri trucchi, come accade per altri giochi come la roulette, quanto di strategie che accrescono le tue chance di vittoria. Quali sono? Elenchiamo le principali:

  • Il cambio carta. Puoi ricorrere a questa strategia nelle occasioni in cui entrambi i giocatori della coppia hanno poche carte e sono quindi nei momenti che precedono la chiusura, ma non hanno composto il burraco. Dovrai raccogliere lo scarto dell’avversario buttando l’ultima carta che avevi in mano. Ciò induce il rivale a giocare solo con una carta.
  • Il controgioco. È una delle strategie più utilizzate e una delle più facili da apprendere. Dovrai calare il maggior numero possibile di combinazioni e sequenze, che saranno corrispondenti o il più simili possibili a quelle dell’avversario. Si tratta di una strategia che ha due varianti: attiva, della quale fa parte l’apertura di una sequenza simile a quella del rivale impiegando le carte che a lui mancano, e quella passiva (apertura del gioco con le stesse carte dell’avversario).
  • Scarto di una carta utile. È una strategia che punta alla chiusura. Come avrai capito, consiste nello scartare una carta utile per rallentare il gioco dei rivali. Nel momento in cui il numero di scarti sarà cospicuo, potrai buttare la carta utile, ossia quella che l’avversario cercava. A questo punto farà burraco ma non potrà chiudere perché avrà perso un considerevole numero di carte.

Ricorda comunque che è l’abilità a fare la differenza nel gioco del burraco. Osserva con attenzione ogni situazione e prova a prevedere le mosse del tuo avversario. Vediamo comunque alcuni consigli generali che potranno esserti utili. Cerca di ottenere il pozzetto per primo, perché ti dà accesso a una discreta quantità di carte “jolly” per chiudere le scale. Prova poi a non raccogliere sempre il monte scarti, fallo quando il ritmo di gioco è piuttosto blando. Evita invece di farlo, in particolare, quando l’avversario dispone solo di due carte. Nel decalogo delle norme che il bravo giocatore di burraco osserva c’è anche il rispetto dei ruoli. Il burraco è un gioco di coppia e per questo devi raggiungere un equilibrio con il tuo partner di gioco, costruire una strategia comune e coerente. Insomma, fai gioco di squadra.

Quando ti trovi nella fase di scarto soppesa con cura le tue decisioni. Se ad esempio la carta da scartare potrebbe rivelarsi utile e hai delle alternative da scartare, potresti scegliere di tenerla. Cerca di tenere a mente le carte scartate dagli avversari, per evitare che le tue scelte favoriscano le loro mosse. È importante anche la regola di scartare le carte estreme. Cosa significa? Come avrai ben chiaro a questo punto, il burraco si realizza con una sequenza di 7 carte, la regola citata prevede di scartare le carte successive al 6. Avrai in questo modo un certo margine di sicurezza entro cui giocare.

Ci sono tanti fattori che determinano il comportamento da tenere nell’eventualità in cui disponga di allunghi che potrebbero condurre alla combinazione di un burraco. Tra i principali troviamo la presenza o meno di un burraco già composto, il numero di carte che ha il collega, il punteggio conseguito. In linea di massima, l’assenza di un burraco dovrebbe indurre un giocatore alla presa dal pozzetto. Se invece il burraco è già stato composto, bisogna sostenere il compagno per la chiusura. Non lasciarti tentare eccessivamente dal progetto del burraco pulito, normalmente conviene considerarlo come una eventualità casuale. Non perderci tempo, perché potresti prestare il fianco alla chiusura del tuo avversario.

Nel burraco, come ti abbiamo già detto, è il gioco di squadra a fare la differenza. Devi quindi giocare sempre considerando il tuo partner e il gioco dei rivali. L’analisi del gioco è cruciale per comprendere come giocare a burraco alla perfezione. Prima di legare una o più carte o procedere con lo scarto, devi verificare il rapporto sia con le altre carte in mano sia con quelle del collega e degli avversari. Uno scarto può rappresentare, ad esempio, una soluzione di supporto alle difficolta affrontate dal partner di gioco o uno strumento per ostacolare le strategie avversarie. Ogni carta ha un peso specifico che devi considerare alla luce delle variabili della partita.

Conoscere le strategie migliora la qualità del gioco, e questo è indiscutibile. Il burraco è un gioco in cui la strategia ha un ruolo preponderante e il giocatore deve organizzare un piano d’azione ben congeniato per vincere. Il tavolo tuttavia rende difficile l’individuazione della mossa corretta da compiere perché ogni partita è una storia a sé. Oltre alla lettura strategica della partita, devi usare un approccio flessibile. Gli schemi appresi andranno ad adattarsi alle specificità della partita. Può capitare quindi, per prendere in contropiede l’avversario, di usare una certa strategia in un momento differente rispetto a quello in cui andrebbe utilizzata. La flessibilità nell’applicazione di tattiche e strategie va a braccetto con l’esperienza: più giochi, più partite avrai visto e più facile sarà identificare quei pattern ricorrenti utili alla corretta interpretazione della partita.

Storia del burraco: dall ’Uruguay all’ Europa

Adesso lasciamoci alle spalle gli aspetti tecnici (come giocare a burraco, le strategie, eccetera) e tracciamo un breve compendio sulla storia del burraco. A detta di molti la sua origine sarebbe sudamericana, la sua patria sarebbe l’Uruguay. Nel nostro Paese è divenuto popolare agli inizi degli anni ’80, anche se all’estero l’apice di notorietà lo ha conseguito negli anni ’40. Deriverebbe dalla canasta, gioco con cui condivide diversi aspetti. Per quanto riguarda invece il termine “burraco”, questo deriva dall’espressione portoghese “buraco”, ovvero “setaccio”. Un riferimento alla strategia di pescare carte e scartarle, a seconda di quelle che sono utili. In un primo tempo, nel nostro Paese, esistevano diverse versioni di burraco. Nel corso degli anni si è giunti alla creazione della Federazione Italiana del gioco del Burraco, che contando sul contributo di molti giocatori ha permesso l’ufficializzazione delle regole. Sono stati quindi organizzati tornei e redatti volumi su strategie e letture di gioco. Con lo sviluppo della digitalizzazione, il burraco ha trovato spazio nell’offerta di molti casino online italiani.

Conclusioni

Il burraco è affascinante e relativamente recente nel nostro Paese. È avvincente per la struttura di gioco e facile da apprendere. Si tratta di un gioco ideale per vivere qualche momento di relax, anche se i giocatori più esperti ne vorranno esaltare gli aspetti correlati alla competitività. L’Associazione Sportiva Dilettantistica Federazione Italiana Burraco è il punto di riferimento per quanti intendono prendere parte a tornei e scoprire come giocare a burraco ad alti livelli. Il burraco è uno dei giochi più amati dal pubblico femminile. Il nostro consiglio è di provare il gioco dal vivo, ma la variante digitale rappresenta un’ottima risorsa per comprendere i meccanismi di gioco e incassare qualche bella vincita, ovviamente dopo aver maturato un’adeguata esperienza.

Lo sapevi che...?

Lo sapevi che la roulette veniva chiamata gioco del diavolo perché il totale dei suoi numeri corrisponderebbe a 666?!

Domande frequenti

Avrebbe origine sudamericana, in molti sostengono che la sua patria sia l’Uruguay.

Ci sono tre tipologie di burraco: puro, semi-pulito e sporco.

È una combinazione composta da almeno 7 carte (intesa sia come scala che come carte del medesimo valore).

Sì, alcune piattaforme di gioco con licenza ADM propongono validi tornei di burraco.